Appello ai cittadini

il MoVimento 5 Stelle Piossasco si trova in difficoltà nel reperire un luogo adeguato per organizzare gli incontri pubblici che regolarmente si sono tenuti nei mesi passati.

La saletta che abbiamo sempre affittato a un costo contenuto ora non è più disponibile e le soluzioni presenti sul territorio non sono adeguate sia dal punto di vista economico che organizzativo.

A questo punto siamo costretti a chiedere a voi cittadini, se in possesso di un locale adeguato ad accogliere delle assemblee, di aiutarci a trovare una soluzione per permetterci di continuare a incontrare la cittadinanza nelle nostre assemblee mensili.

Potete scriverci in privato su facebook o via email all’indirizzo piossasco5stelle@gmail.com

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Piossasco

Dispersione di amianto nella Scuola Gobetti

Quanto sarebbe accaduto alla scuola dell’infanzia “Gobetti” di Piossasco (TO) il 7 Giugno 2017 ha dell’inaccettabile: secondo le ricostruzioni, nel fare dei lavori di manutenzione in un bagno è stato praticato un foro nel muro della struttura causando la liberazione delle fibre di amianto presenti all’interno.
La gravità sta, oltre nel non aver eseguito i lavori attuando le accortezze necessarie in caso di presenza di amianto,  nella scelta di chiudere solamente la porta del bagno (senza sigillarla) e senza avvisare i genitori. L’analisi degli aero-dispersi sarebbe stata effettuata dopo 20 giorni dal momento della dispersione e solo nel bagno invece che anche in tutti i locali adiacenti o nell’intera scuola.

I risultati riscontrerebbero un valore doppio rispetto a quello consentito  di legge (ovviamente per effettuare tale analisi sarebbe stato aperto il bagno durante la presenza dei bambini).

Tutto ciò ci lascia sconvolti per la superficialità della gestione di una situazione di emergenza di questo tipo. Non è nostra intenzione fare allarmismo ma far comprendere a quale rischio sono stati sottoposti i bambini, il personale scolastico e gli operai. La pericolosità delle fibre di amianto è ormai universalmente riconosciuta e la letteratura scientifica sul mesotelioma pleurico non lascia adito a interpretazioni.

Di fronte a una tale minaccia, questa amministrazione da tempo ha deciso di soprassedere, dichiarando sufficiente il protocollo di gestione che prevede l’analisi degli aero-dispersi che viene effettuato ogni 2 anni e la gestione delle mura che non devono mai essere toccate.

Durante la commissione bilancio del 23 dicembre 2015, il nostro consigliere, Marcello Gigante, chiese se nel documento di programmazione che veniva presentato fosse inclusa una qualunque azione volta a valutare la rimozione dell’amianto dalla scuola dell’infanzia “Gobetti”: la sindaca Avola rispondeva che non c’era bisogno di rimuovere l’amianto perché grazie alle procedure, a norma di legge, la situazione era “totalmente sotto controllo”. Il consigliere Gigante quindi rifletteva sulla necessità di andare oltre a ciò che permetteva la legge e di eliminare un tale rischio.

Di tutta risposta la Sindaca affermava che tale intervento, molto oneroso per le casse comunali, non era previsto nel suo programma elettorale con cui era stata eletta.

Queste affermazioni confermano la loro mancanza di volontà politica nel rimuovere un grave rischio, e anzi rimarcano al MoVimento 5 Stelle la necessità di trovare “motivi di preoccupazione”, tipico delle opposizioni.

Nei mesi successivi abbiamo chiesto che il problema amianto alla Gobetti fosse preso in carico ma la maggioranza ha sempre evitato il discorso: così, il 22 febbraio 2016 abbiamo protocollato una richiesta formale indirizzata al presidente del Consiglio Comunale Fulvio Lovera e al presidente della Commissione Cultura e Istruzione Dino Marcedula chiedendo che alcuni punti, tra i quali la questione amianto, venissero trattati nella commissione.

Non abbiamo mai ricevuto risposta!

Per di più, la commissione Cultura e Istruzione, con all’ordine del giorno argomenti inerenti alle scuole, non è stata mai più convocata dal 17 novembre 2015. (Ricordiamo che in quanto opposizione non abbiamo la facoltà di poter convocare una commissione).

Se l’incidente venisse confermato sarebbe molto grave e ci saranno gravi conseguenze per chi ha la responsabilità di garantire l’incolumità dei bambini che frequentano la scuola, il personale scolastico e soprattutto degli operai che hanno lavorato nel bagno della scuola Gobetti.

Domani, in Consiglio Comunale, la questione verrà discussa in un’interpellanza e potrete sentire le giustificazioni della Sindaca a quanto accaduto: per questo invitiamo tutti i cittadini a partecipare!

Aggiornamento del 01/08/2017

Il MoVimento 5 Stelle Piossasco

Appuntamenti del mese di Giugno 2017

Con l’avvicinarsi dell’estate non si fermano le attività del MoVimento 5 Stelle Piossasco.
Se quelle istituzionali sono ferme dall’ultima seduta del consiglio comunale di inizio maggio, il nostro gruppo è attivo nel lavoro consiliare e nelle attività rivolte alla cittadinanza.
Vi invitiamo pertanto a segnarvi i seguenti appuntamenti:

Domenica 18 giugno, ore 10-13, banchetto informativo via Torino 54 (ingresso supermercato)

Mercoledì 21 giugno, ore 21, incontro pubblico all’aperto, piazzale Europa (vicino fontana Smat – portarsi uno sgabello!)

Domenica 25 giugno, ore 10-13, banchetto informativo via Torino 54 (ingresso supermercato)

Vi aspettiamo numerosi per poterci confrontare sulle questioni della nostra Città e per ricevere le vostre segnalazioni!

MoVimento 5 Stelle Piossasco

Io di più non posso fare…

Venerdì mi rimetterò in viaggio. Direzione Lombardia. Altro fine settimana in piazza. Sarò a Como, Cesano Maderno, Sesto San Giovanni, Crema, Lodi e Buccinasco. Per l’amor di Dio, i sacrifici, quelli veri, li fanno gli operai dell’ILVA tuttavia, credetemi, stiamo dando il massimo. Sono 4 anni che giro l’Italia tutti i fine settimana. Battagliamo in aula, ci sbattono fuori coloro che salvano i condannati e poi andiamo in piazza. Sempre. Andiamo anche in Continua la lettura di Io di più non posso fare…

Quello che già sapevamo nel 2014 sulla Fondazione Cruto!

La liquidazione della Fondazione Cruto e i vari problemi correlati si potevano evitare? Si poteva trovare un’altra via, più adeguata al nostro territorio anziché fare le cose in grande sprecando molte risorse?

Guardate cosa già sapevamo nel 2014!

Ps. purtroppo non abbiamo il video completo degli interventi inerenti al discorso Fondazione.

MoVimento 5 Stelle Piossasco

Fondazione Cruto : Anomalie

Il 1 marzo 2017 la giunta comunale di Piossasco ha approvato la delibera numero 29 che va a correggere un presunto errore effettuato in occasione della Festa d’Autunno 2016.
Secondo la delibera in questione il catering organizzato in occasione del “Gran Bollito in Piazza” sarebbe stato richiesto dall’amministrazione comunale e non dalla Fondazione A. Cruto come accaduto negli anni precedenti. Questo perché, sempre secondo la delibera, in virtù della liquidazione della fondazione stessa, avrebbero deciso di non affidargli più l’organizzazione degli eventi.

In realtà ciò non sembra proprio così corretto: infatti nella gestione di una città esiste la necessità di rispettare le decisioni già prese o di modificarle con atti ufficiali.

Esaminando la convenzione tra la Città di Piossasco e la Fondazione A. Cruto si legge chiaramente che l’organizzazione della Festa d’Autunno rientra tra i compiti della Fondazione e non abbiamo nessun altra delibera che cambia le cose se non questa del 1 marzo 2017, approvata a tre mesi dall’evento. Tutto ciò comporterebbe a nostro avviso un falso in atto pubblico.

Ma quali sarebbero gli effetti di questo falso? Come saprete la Fondazione Cruto è stata messa in liquidazione per un disequilibrio contabile di 83.000,00 €, soldi che la Città di Piossasco, tra l’altro, non potrà, per legge, ripianare. A questa cifra si aggiungerebbe anche l’importo di € 5.566,00 per il servizio svolto dal Catering: con questa delibera però, il debito non verrà aumentato, ma sarà pagato, in modo improprio, dall’amministrazione comunale.

In questo modo più che avvantaggiare un fornitore sollevandolo dalla procedura di recupero crediti si va a inficiare la regolare procedura di liquidazione, alla quale dovranno partecipare anche i dipendenti che vantano alcune mensilità e il TFR. Inoltre, così facendo, si salva il CdA della Fondazione Cruto da una possibile azione legale della stessa ditta di Catering.

La Sindaca e la giunta piossaschese perseverano così in questo modo sfacciato di amministrare, forti dell’impossibilità di far annullare la delibera visto che servirebbe un ricorso al TAR dai costi proibitivi (dai 2.000 ai 4.000 €).

Tuttavia, seppur da un punto di vista amministrativo sia di fatto impossibile agire, noi confidiamo nell’azione della Corte dei Corti e della Magistratura, alle quali abbiamo inoltrato i relativi esposti.

Politicamente però non possiamo aspettare le sentenze ma riteniamo sia giunto il momento di proporre una mozione di sfiducia alla Sindaca: stiamo confrontando con le altre forze di minoranza per presentare insieme la mozione come previsto dal Testo unico degli enti locali.

MoVimento 5 Stelle Piossasco

Incontro informativo mensile

Ripartono i classici incontri mensili con i cittadini con l’appuntamento di martedì 28 marzo 2017, alle ore 20:50 presso la sala Colonna del Mulino, in via Riva Po 9,  per illustrare le attività del gruppo consiliare e poter discutere, informarsi e ricevere segnalazioni.

I consiglieri racconteranno le ultime attività del gruppo e si potranno approfondire questioni inerenti a:

  • Incongruità delibera di giunta con ipotesi di reato – Fondazione Cruto;
  • Sentenza TAR su affidamento servizio raccolta rifiuti Covar;
  • Processionaria sul Monte San Giorgio;
  • Situazione Strade Piossasco.

Continua la lettura di Incontro informativo mensile

Pericolo processionaria sul Monte San Giorgio

Lunedì 13 marzo 2017 ho partecipato alla serata promossa dalla Città di Piossasco per informare i cittadini sulla questione processionaria che in questo periodo sta preoccupando molti.

L’argomento è complicato e dovremmo fare diverse premesse.
La Processionaria del Pino (Thaumetopoea pityocampa) è un insetto dell’ordine dei lepidotteri (una farfalla), è un fitofago (si nutre di vegetali) ed è dotato di peli urticanti. Tale insetto attacca Continua la lettura di Pericolo processionaria sul Monte San Giorgio

Situazione delle strade di Piossasco

Le pessime condizioni delle strade piossaschesi sono sotto gli occhi di tutti e dopo l’approvazione del Bilancio di Previsione 2017 è chiaro che tale situazione perdurerà nel tempo. Infatti, come si evince dal Documento Unico di Programmazione (DUP), è previsto nel 2017 un investimento di soli 201.000,00 € per la manutenzione straordinaria delle strade (circa 2 km di stradella 64 km di strade comunali) mentre per il 2019, anno delle elezioni, prevedono di investire 500.000,00 €. Ben poco per risolvere le tante criticità presenti sul nostro territorio. Continua la lettura di Situazione delle strade di Piossasco

Le menzogne della sindaca

Nell’ultimo Consiglio Comunale e su alcuni post su Facebook la Sindaca Roberta Maria Avola Faraci ha effettuato delle dichiarazioni che contenevano numerose falsità che non possiamo ignorare perché offendono i diritti dei cittadini, ancor di più se si tratta di minori.

Per prima cosa è necessario smentire l’idea, diffusa dalla Sindaca, che il nostro Capogruppo abbia, in questi tre anni, cercato un vantaggio personale richiedendo lo scuolabus per suo figlio: semplicemente è stata presentata una regolare richiesta alla quale è lecito, per una amministrazione dare risposta positiva o negativa rispettando i regolamenti e le norme di riferimento.

Ciò che invece accade a Piossasco è una gestione del tutto arbitraria di questo servizio, con diverse situazioni contraddittorie tra le varie richieste, creando delle vere e proprie discriminazioni.

Nella fattispecie le dichiarazioni fatte sono relative alla questioni sollevate in consiglio comunale dal MoVimento 5 Stelle sul fatto che  Continua la lettura di Le menzogne della sindaca

Sede dei cittadini di Piossasco a 5 stelle