Concertino dal balconcino

Concertino dal Balconcino - Piossasco (TO)Il MoVimento 5 Stelle, in virtù dei propri programmi politici europei, nazionali, regionali e locali, è totalmente a favore di qualunque strumento che faciliti l’attività agricola locale, in un ottica di salvaguardia del territorio, di aumento dell’occupazione lavorativa e in generale della creazione di un circolo virtuoso con ricadute dirette sulla comunità intera. La sospensione della possibilità di vendere direttamente i prodotti per gli agricoltori piossaschesi, va contro ogni idea di sviluppo e valorizzazione delle potenzialità del proprio territorio.
Per questo il M5S Piossasco non può che aderire e sostenere l’evento del “Agri-Cultura, Concertino dal Balconcino” organizzato per questo sabato, 11 Ottobre 2014, alle ore 11:00 presso il cortile di via Roma 14 a Piossasco (TO), in protesta alla sospensione della vendita diretta degli agricoltori locali sotto l’Ala Comunale al sabato mattina.

Questa azione è intrapresa nel tentativo di favorire tutti i cittadini piossaschesi, sia coloro che da acquirenti usufruivano di un servizio per il nostro territorio, sia coloro che potrebbero decidere di avviare un’attività agricola nella nostra città sapendo di poter usufruire di tale possibilità.

Cosa centra quindi l’Azienda Agricola Mompalà? E’ stata l’unica azienda locale ad aderire nel 2011 all’iniziativa della vendita diretta sotto l’Ala Comunale. A causa dei lavori di ristrutturazione dell’ala Comunale, l’inizio della vendita diretta è stata posticipata. Il titolare dell’azienda, Francesco Colucci, ad agosto 2013, quando era ancora un semplice cittadino, richiese agli uffici comunali la possibilità di procedere ottenendo parere favorevole anche dall’allora assessore all’ambiente Fabrizio Mola, nonostante la delibera fosse già scaduta. Quando poi nel luglio 2014 Colucci, ormai eletto consigliere comunale, chiese all’ufficio commercio del comune informazione su dove posizionarsi, vista la concomitanza della festa patronale, ricevette una risposta, stranamente non dalle figure preposte ma dal Sindaco di Piossasco, di cessazione della vendita diretta sotto l’ala.

Questo è come l’amministrazione vuole favorire i cittadini piossaschesi.

O forse impedire loro di fare attività politica liberamente…

Vi aspettiamo per confrontarci insieme!

http://maksimcristanconlaspada.blogspot.it/